Da Calcutta a Trieste: i protocolli Banerji e l’oncologia moderna.

I protocolli “Banerji” nella patologia cronico degenerativa e neoplastica: uno sguardo su un approccio omeopatico molto pratico. Ingresso gratuito per i pazienti oncologici.

Prasanta Banerji e Pratip Banerji della Fondazione per la Ricerca Omeopatica PBHRF di Calcutta saranno a Trieste dal 19 al 21 ottobre per tenere un seminario organizzato da AMeC Associazione Medicina e Complessità, in collaborazione con il Gruppo Me.Te.C.O. Medicine e Terapie Complementari in Oncologia di Milano.

I due medici sono fondatori e membri attivi della Fondazione “Prasanta Banerji Homeopathic Research Foundation” il cui scopo è operare affinché l’omeopatia venga riconosciuta come metodo di cura scientifico ed efficace e si diffonda anche fra i pazienti meno abbienti. Nei vent’anni dalla costituzione, avvenuta nel 1992, hanno raccolto una tal quantità di dati relativi ai casi di malattie invalidanti e mortali curati con l’omeopatia (al momento 20.000 casi con circa 500.000 visite) da essere ritenuti estremamente interessanti per la ricerca in tutto il mondo. I numerosi casi di successo sono stati pubblicati sulle riviste scientifiche internazionali e presentati in numerosi seminari e workshop in tutto il mondo.

L’appuntamento italiano dal titolo “I protocolli Banerji nella patologia cronico degenerativa e neoplastica. Uno sguardo su un approccio omeopatico molto pratico” – della durata di tre giorni – si terrà presso lo “Spazio Rosa” dell’Azienda per i Servizi Sanitari Triestina del Parco San Giovanni di Trieste e darà diritto a 25 crediti ECM per tutte le professioni sanitarie. I pazienti oncologici potranno partecipare ai lavori a titolo gratuito.

Lo scopo di queste tre giornate, dichiara il dott. Laffranchi che ha curato la Segreteria Scientifica, è portare all’attenzione dei medici e farmacisti occidentali le ricerche e i risultati ottenuti dai due noti medici indiani nel settore dell’omeopatia: il Dr. Prasanta Banerji, fondatore della PBHRF Fondazione per la Ricerca Omeopatica noto per la cura con i “Protocolli Banerji” e il Dr. Pratip Banerji, Co-Fondatore e Vice-Direttore della Fondazione stessa che ha introdotto un approccio scientifico e standard internazionali all’uso dell’omeopatia e l’ha resa accettabile presso la comunità scientifica internazionale. Prasanta e Pratip Banerji hanno introdotto un approccio nuovo dell’omeopatia per consentire ove possibile di poter aiutare anche i malati di tumore. I protocolli Banerji si distaccano completamente dall’omeopatia classica. Infatti essi sono costruiti sul tipo istologico del tumore e non sui segni clinici o sulla costituzione del malato.

In questo senso sono paragonabili ai protocolli dell’oncologia moderna e facilmente si adattano alle valutazioni scientifiche randomizzate. I risultati clinici e sperimentali in vitro ottenuti sono di grande rilievo e per i medici occidentali rappresentano una grande sorpresa e anche uno spunto di larga riflessione, in particolare per quei casi clinici caratterizzati dalla non responsività alle cure oncologiche praticate.

Le associazioni che hanno organizzato l’evento sottolineano che la medicina complementare non può sostituire in nessun modo una terapia convenzionale accreditata scientificamente e che qualsiasi approccio complementare deve essere accompagnato da prove di efficacia.

I due studiosi terranno anche una conferenza, con ingresso libero, per presentare i risultati dei loro studi alla Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano il giorno 18 ottobre alle ore 10:00.

Per informazioni ed iscrizioni: www.amec.eu – amec@smileservice.it